CATTIVE FESTE A TUTTI E UN INFELICE ANNO NUOVO

Il nuovo anno non è cominciato nel migliore dei modi, almeno per me, nonostante ciò che Paolo Fox continua a ripetere con l’insolente presunzione dei suoi maglioni fluo.
Non ho vinto nemmeno il più infimo premio di consolazione della Lotteria Italia, è questo già può bastare per sapere che anche quest’anno non invecchierò meglio.
Per questo, conservo ad oggi un maggiorato livore nei confronti del prosecco e una vergogna ulteriore per le speranze investite da amici e parenti sul calendario 2011. Così ben rappresentate queste, dall’infimo e fiducioso countdown a ridosso della fatidica mezzanotte.
Alla luce di ciò, che il buoncostume m’aiuti a non esagerare con la violenza nell’affrontare l’argomento “Buone Feste”. Conviene di certo in questi casi perdere la bile, per guardar meglio in faccia le cose come stanno.
Senza un recintare d’argomenti, vado a zonzo tra le idee ancora per poco: giusto il tempo di lasciar risalire alla coscienza l’imperituro Disco Samba che anche quest’anno ha suggellato l’avvenuto trapasso al 1° gennaio.
Brigitte Bardò Bardò è dunque il punto giusto da cui partire: anche perché dopo millenni di involuzione noi siamo ancora lì a canticchiarla, accodati in un trenino di gentuccia che si finge allegra ed estroversa in un momento universalmente clou.
Ci cascai pure io in trappola un mese addietro, trascinato vorticosamente dal ragionier Filini della situazione, che mal sopportava il mio piglio austero nel bel mezzo della mischia. Il “Meo amico Charlie Brown” seguiva in scaletta, e rincarava la dose di jurassica  incoscienza della folla. Fortuna che in tv c’era Mara Venier, che ancora oggi s’intona così bene con la preistoria.
E’ la tradizione: quel contratto a tempo indeterminato con la paura del futuro che ci costringe a ripetere i cicli di tutte le cose, per rassicurarci.
E proprio qui sta il punto.
Solo che tutto questo, mentre palpavo i muscolosi deltoidi del raggiante capotrenino, questo io ancora non lo sapevo.
Ragionavo sì sull’irrazionale perpetuarsi di quel rito tribale e sulla gestione delle emozioni negli attimi della celebrazione, ma senza arrivare a nessun tipo di dunque.
Era il mio solito, passionale arrovellarmi per evitare di godermi la vita ignorante: un rimuginare che da lì a qualche ora però, lo sapevo già, mi avrebbe annunciato nuovi e patetici trucchi del quieto esistere.
Il mattino dopo, manco a dirlo, avevo già la mia soluzione in tasca, ma la mia innata attitudine alla meditazione paranoide era ancora in agguato e mi induceva adesso a chiedermi perché non ci avevo mai pensato prima.  Ma questo non importa.
Vengano signori miei, se vogliono sentirla tutta. Perché ora vado io col samba.
Zazuera: facciamo festa, istituzionale necessità di ricordare il tempo e di dimenticarlo in un colpo solo.
Pe pe pe pe pe pe: spruzziamo euforia, non esiste esorcista migliore per allontanare il demoniaco rumore del nulla.
Ay Ay Caramba:  mettiamoci le mani addosso, a dirla tutta ci sentiamo così tristi che abbiamo bisogno di credere che non siamo soli al mondo.
Tolgo la cuffia e spengo la musica. Voi mettetela in soffitta per le prossime feste, proprio accanto agli scatoloni di natalizia farcitura. E così forse il prossimo 31 di fine anno, vi ricorderete di passare voi delle cattive feste e di augurare agli altri un infelice anno nuovo.

 

C'è pure gente migliore in giro per capodanno, ad esempio gli spacciatori di coca della riviera adriatica.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

One thought on “CATTIVE FESTE A TUTTI E UN INFELICE ANNO NUOVO

  1. sdrammaturgo ha detto:

    La mia preferita rimane sempre “A, e, i, o, u, ypsilòn”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: